Il mondo dei robot

Facciamo oggi una carrellata sugli ultimi ritrovati della robotica.
Cliccate sulle immagini per gli articoli originali

Ecco a voi BigDog, il mulo robotico

BigDog

Può portare 40Kg di carico utile su qualsiasi terreno e non si ribalta nemmeno se preso a calci.
Perchè non usare un mulo vero, vi chiederete; che oltretutto può portare il doppio del peso e non deve ricaricare le batterie…
Ma perchè usare un mulo quando, ad un prezzo un milione di volte maggiore, potete portare la metà del carico utile?
Hei, è il Pentagono, baby…

Ed ora vi presento X-45C, l’ultima realizzazione in fatto di aerei robot…

X-45C

Questo è il primo di tre prototipi, per un costo totale di 800 milioni di dollari.
Fa tutto da solo: decolla, arriva sul bersaglio, bombarda, scatta le foto e torna indietro.
Tutto senza pilota.
Solo che il Pentagono, dopo averlo finanziato, non lo vuole; perchè decolla e atterra solo da piste terrestri e non da portaerei, cosa che non gli permetterebbe di essere utilizzato in alcune parti del mondo.
Hei, è il Pentagono, baby…

Questo invece è il Cormorant, aereo studiato per poter essere trasportato e lanciato dai sottomarini.

Cormorant

Piegato e infilato nei tubi di lancio una volta destinati ai missili nucleari, viene sparato fuori, nuota fino alla superficie, decolla, mitraglia, bombarda, fotografa e torna indietro.
Come sempre, tutto da solo.
Il Pentagono deve ancora decidere se costruirlo perchè c’è qualche inconveniente come, ad esempio, il fatto che basterebbe seguire il robot che ritorna per scoprire il sottomarino.
D’altronde non si può avere la botte piena e la moglie ubriaca; è il Pentagono, baby…
Ma i miei robot preferiti sono sempre quelli di Battlestar Galactica.
Chi ha detto che i robot debbano per forza essere ammassi di ferraglia?
Hei, è Hollywood, baby…

Battlestar Galactica
Annunci

29 thoughts on “Il mondo dei robot

  1. come spesso accade la realtà supera la fantasia. Però vedo con piacere che c’è ancora chi scrive cose intelligenti, mica come me che posto solo minchiate. Quindi, grazie. Ps ho appena saputo che stasera uscirò.So già che sarà una serata alcoolica di quelle dove la cosa meno potente che ti bevi cià circa ( quando più e quando meno) 900 gradi. L’ inverno sta finendoooo e il fegato se ne vaaaa (cantata)

  2. v41eri4, non abbiamo certo l’esclusiva delle cazzate; e comunque i cinesi ce le copierebbero :-))

    Cinzia1877, grazie (ricambiato)…

    zioborghezio, a volte la sopravvivenza è la migliore risposta al progresso; e la Pubblicità-Progresso rappresenta la proiezione del deretano dell’uomo. Chiaro, no? 🙂

    Lurikeen, se tua nonna avesse ragione allora oggi staremmo notevolmente meglio di ieri, visto che stiamo molto peggio…

    CloseTheDoor, non vedo l’ora di conoscerlo per presentargli la raccolta completa di tutti gli episodi di Battlestar Galactica. Te lo tengo impegnato per i prossimi due mesi, eh eh eh…

  3. ciao gatto sono mario capanna,in un momento di raptus ho eliminato il mio blog ora sono gia’ pentito…se ne faro’ un altro ti informero’…altrimenti seguiro’ le tue saghe baci

  4. uggesù… beh direi che gli ultimi due robot sono molto meno inoffensivi, oltre ad essere più graziosi. Ma che fanno?! arrivano sull’obbiettivo e poi…?! 🙂

  5. annidipiombo, lo ricostruirai più grande e più bello che pria!
    Bravo!
    Grazie!
    (Era Petrolini, se non l’avessi capito…)

    lucertola82, gli ultimi due sono i più pericolosi, ma per capirlo bisogna seguire le puntate 😉

    ColdStar, il Sol Levante è sollevante rispetto agli americani (sennò perchè si chiamerebbe così?). I robot giapponesi sembrano presi dai Manga; magari ne farò una rassegna, lasciami raccogliere il materiale…

  6. Ma tutti questi robots.. non portebbero inventarne uno domestico che da l’aspirapolvere, lava i piatti, pulisce i vetri delle finestre ecc.?

  7. Clio, grazie per la precisazione 🙂

    Biancaneve, me li porto così male gli anni?!?!

    Notforever, i muli veri sono anche più economici!

    silviam, l’aspirapolvere robot c’è, ma costa quanto un anno di collaboratrice familiare in carne e ossa, eh eh eh…

    Ricky, però a Hollywood ormai prendono le idee dal Pentagono :-))

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...