Quello che non ti ho detto…

Visto che -come direbbe Bernardo Provenzano, che ora non può più smentirmi- gli amici dei miei amici sono anche miei amici (e di conseguenza le amiche delle mie amiche sono anche mie amiche) oggi, che in realtà vista l’ora era ieri, ho conosciuto un’amica: Francesca Romana Capone.
Premesso ciò, passo subito a presentarvi il suo libro…

Francesca Romana Capone
Quello che non ti ho detto
La Tartaruga editrice, 2006

Quello che non ti ho detto

Le parole non dette rivelano molto di più di quelle che si sceglie di pronunciare. Mondi diversi, incubi o sogni, gesti mancati, scelte ancora inesplorate, felicità senza voce sono i sottili confini attorno a cui si muovono queste brevi narrazioni. Sorta di dialoghi mancati in cui la voce narrante si rivolge all’ipotetico interlocutore rivelando i sentimenti più segreti, le sfumature e la forza delle sensazioni più vive.
Amanti, figli, genitori, bambini ma anche luoghi e paesaggi mettono in moto le storie che si aprono tutte con la medesima frase: Non ti ho detto. Non ti ho detto che mi hai commossa, non ti ho detto che ti amo, non ti ho detto che non capisco, non ti ho detto che sono brutta… Un ritornello che ritma e lega tra loro racconti molto diversi per ambientazione e per intensità. Così un ragazzo si rivolge all’amico, un vecchio al nipote, una amante all’amato, una signora al mendicante incontrato sulla via di casa, una moglie alla casa che l’aspetta. Sono voci che non prevedono una risposta ma che definiscono e includono l’altro nel loro stesso monologare.
Attraverso una scrittura stringata ed essenziale, in ogni storia si rivelano altre vite possibili, occasioni perdute, fortunate coincidenze. Un’idea semplice ma accattivante, resa con forza e originalità dall’autrice al suo esordio letterario.


«Con le parole non dette si potrebbe costruire un mondo.
Uno dei tanti mondi possibili. A volte migliore dei sogni, a volte peggiore degli incubi.
Le parole non dette hanno questo: che non feriscono. In un certo senso, quindi, sarebbe certamente un mondo migliore.
Un mondo ipotetico a ogni bivio del quale la storia piega inaspettatamente.
Ma le parole non dette sono anche il prologo delle cose non fatte. Dei gesti mancati, delle scelte inesplorate.
Le parole non dette sono le altre storie.
Con le parole non dette si potrebbe scrivere un libro.»

Buona lettura.

Annunci

48 thoughts on “Quello che non ti ho detto…

  1. Ciao.
    Ma sai, a volte non si dice proprio perchè in fondo non si vuole fare.
    Buona giornata, amico felino.

  2. Grazie della segnalazione e grazie anche del resoconto della serata di ieri. Credo proprio che tornerò a trovarti spesso!
    Francesca Romana

  3. grazie anche da parte mia, che iersera smadonnavo con i condomini (non c’ è stato verso di fuggire).
    magari a saperlo con un po’ più di anticipo … 😉 (della serie: sempre a brontolà)

  4. gattakovacik, buona giornata a te, anche se è un po’ tardi (magari vale per domani, eh?)

    Francesca Romana, di nuovo complimenti (il tuo libro intanto me l’ha sottratto mia madre, che su tutti gli scritti che entrano in casa ha una sorta di Ius Primae Noctis ;-))

    gattarandagia, credo che sia stato tutto deciso all’ultimo momento, se so della presentazione “ufficiale” te lo dico…

    cristina13, tante volte ce l’hai sottomano ma è meglio che non gli dici niente, eh eh eh…
    Chi c’ha il pane non ci sente 😉

    Dary, che c’è di meglio di un topone gigione per giocare?

  5. Ok, grazie per il consiglio. Ora mi metto d’impegno e scrivo un libro. Quando trovo un pazzo che me lo pubblichi, te lo dico così tu mi fai pubblicità. Che piano perfetto! ;oP

  6. gattakovacik, ma come mai? Ci sarà qualcosa sotto? Mah, qui Gatta Kova Ci (k)

    Ok, ok, lo ammetto, questa è una battuta un po’ scema, ed anche gratuita (che mica mi posso rovinare)…

  7. Una volta scrivevo recensioni anch’io. Smisi quando a un amico, che mi chiedeva aiuto per una recinzione, risposi: – Sì, ma di quale libro…
    Cari saluti

  8. finalmente non parli di cosi teconologici……. che faccio…lo posto anche sul mio blog….? perche’ le Amiche dei miei amici gatti …..sono mie amiche ..(MAGARI)

  9. Le parole non dette son come le vite non vissute…e in definitiva come i libri mai scritti!
    Perdipiù non li accomunerei ai sogni…in quanto i sogni rimangono sempre potenzialmente realizzabili…mentre ciò che non si è detto…perde definitivamente senso e consistenza!ciao

  10. Magg, se mi voti me ne mancano solo altri 19.999

    Cinzia, casa mia casa mia per piccina che tu sia… E poi c’è il Maranza, salutamelo 🙂

    Sceriffa, come avvocato sai bene che certe volte è meglio avvalersi della facoltà di non rispondere…

    Paesanino, la recensione in verità non l’ho scritta io, l’ho copiata pari pari (o dispari dispari) dal sito dell’editore; e dubito che mi metterò a scrivere recensioni – a meno che a qualcuno non interessino cose tipo “Elementi di cronologia e cronografia medioevale” o “Impara il PHP in 10 lezioni”.

    blueviola, mi blog es tu blog, non hai bisogno di autorizzazioni con me 😉

    viola21, penso di si, o almeno è questione di giorni; dovrebbe essere uscito a Marzo.

    Dary, più che il dottore direi la Polizia Postale, eh eh eh…

    cabiria, il racconto letto dall’Autrice descriveva ciò che un Lui pensava ma non diceva mentre Lei faceva il discorsetto per lasciarlo… Talmente fotografico che ero convinto fosse autobiografico (mi ha assicurato di no ;-)). Ognuno ha delle parole che non ha detto, credo… Anch’io, mica ti ho detto tutto, eh eh eh…. 😉

  11. …solo per dire che il libro è in libreria dal 28 marzo. Per dire, le Feltrinelli lo hanno. Comunque grazie a tutti per l’interesse e a gatto Silver per l’ospitalità!
    Francesca Romana
    PS sul mio sito c’è un piccolo resoconto della serata (www.francescaromanacapone.it)

  12. Fatto…….. ma tu hai un po’ troppe amiche……..scrittrici!!!!!! sono gelosa…… Quando finiro’ il mio libro…farai pubblicita’ ? Un abbraccio

  13. l’estrapolato rende benissimo l’idea..l’idea sulla natura delle cose non dette.
    In primis sono una sorta di “humus” interiore,quello che le rende forti è anche il loro limite: che sopravvivono dentro di te e non evolvono in comunicazione,restano incatenate a quel senso di interiore sacrificio…il sacrificio delle cose che avrebbero potuto e non sono(e via dicendo)
    Mi viene in mente…

    -Quanto t’ho amato e quanto t’amo non lo sai e non lo sai perchè non te l’ho detto mai –

    Per fortuna ci pensa la fantasia a donar loro le ali e penso che questo libro sarà un’ottima lettura.
    Grazie del suggerimento!
    🙂

  14. Ciao Gatto Silver, approfitto del tuo blog per ringraziare Blueviola, che ha postato il libro e il mio sito (con l’immagine di uno dei miei quadri) sul suo blog. Non sono riuscita a lasciarle un commento lì, quindi colgo l’occasione per farlo in questo spazio e per dire a tutti quelli che hanno comprato il libro che sono molto curiosa di sapere cosa ne pensano.

    E poi, per il gatto silver: giuro, il racconto non è autobiografico. Nella vita io sono quella che parla troppo e lascia!

    Francesca Romana

  15. ho deciso: sarai il mio pusher di libri…:=))
    ti avverto: io sono tra quelli che alza la media degli italiani che leggono…in un anno leggo + di 100 libri (saggi storici compresi che sono la mia passione)
    P.S…per andare a lavorare impiego circa 3 quarti d’ora al mattino e altrettanti la sera in treno…da qui la mia voracità nel leggere.

  16. Quante “parol_acce” non dette mentre tiravo quelle scarpe,sapessi…..eheheheh
    Ti posso linkare?sei un ottimo consulente matrimoniale eheheheh
    Vado con l’acquisto….

  17. Caro Gatto Silver, non è ora di rinnovare il post? Dopo le parole non dette potrebbe starci qualcosa sulle parole non scritte, sulle parole incrociate, sulle parole sbagliate, sulle parole pensate.
    Ciao

  18. caro gatto, spero che farai una recensione anche sul mio libro quando verrà pubblicato “avventure sessuali di una giovane nasona”.

    mi raccomado restiamo in contatto, tvb.

  19. La domanda è come fare a non recensire parole non dette e trarre da due negazioni un pronunciamento.
    E intanto continuo a girar in circolo con la coda sempre davanti alla mia bocca.
    Belle cose, ilgattosilver

  20. CloseTheDoor, ti ho sentito, eheheh… I gatti sono animali notturni ed hanno l’udito sviluppato…

    Paesanino, non lo so; però si dice “Un bel tacer non fu mai scritto”. Quando lo scriveranno lo recensiamo insieme.

    nasonaBrutta bella, al fin della licenza, io recensisco.

    mn70, grazie e altrettanto.

    v41eri4, pubblicitario? No, però per gli amici questo e altro…

    GattaCiCovaCik, eseguo!

    Lallodola, se vuoi ME come consulente matrimoniale vuol dire che ormai per il tuo matrimonio non c’è più nulla da fare, eh eh eh…

    Solostella, come pusher posso fornirti ben altro per il “viaggio”, eh eh eh…

  21. Ciao amica dell’ allodola ed ora amica mia….. Le parole non dette sono frequenti in molti miei post ed altair, la mia aquila, vola in molto in alto, fino a raggiungerle per cercare di capire come poteva essere il destino di ciascun uomo se solo avesse pronunciato quelle parole…..

    Buon pomeriggio ^__^
    Mutty

  22. Quanti volatili, allodole, aquile, per un gatto ci potrebbe essere qualche tentazione, eh eh eh…
    Altair in arabo è l’aquila che vola, ed è anche la stella principale della costellazione dell’Aquila.
    Le parole non dette modificano i destini, ma (come si dice) la storia non è fatta di se…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...