La prima classe costa mille lire…

..la seconda cento, la terza dolore e spavento.

Ma per fortuna oggi internet ci consente di arrivare in America come il marconista del Titanic che, sulla sua torre, le lunghe dita celesti nell’aria, […] comunicava tra Vienna e Chicago in poco meno di un secondo.
Per questo vi presento una delle webcam più interessanti: la ESB Tower Cam
ESB sta per Empire State Building, l’edificio che è diventato il più alto di New York dopo il crollo dei grattacieli del World Trade Center (e lo sarà fino al 2011, anno nel quale si prevede che termini la costruzione del nuovo World Trade Center, partita pochi giorni fa).
La webcam è montata qui:

Posizione ESB Tower Cam

In realtà fino a qualche tempo fa le webcam erano due: una rivolta a Nord e una a Sud. Ora purtroppo funziona solo quella Sud, ma il panorama è interessante lo stesso.
Questa webcam esiste da qualche anno (era lì già l’11 settembre del 2001), e non è proprio l’ultimo grido della tecnologia, infatti l’immagine che viene trasmessa è fissa (cioè a fotogramma singolo); ma il programma di puntamento è fatto molto bene, e permette di inquadrare con un solo click un qualsiasi punto, o selezionare facilmente un particolare da ingrandire; lo zoom poi è molto potente, permette di leggere agevolmente le insegne dei negozi.

Per par condicio vi presento anche una webcam russa: la MSU Tower Cam.
MSU sta per Moscow State University; la webcam è posizionata infatti (in maniera un pochino artigianale, girando la webcam al massimo verso sinistra capirete…) sul davanzale di una finestra dell’Università di Mosca, situata in uno dei sette giganteschi "Palazzi di Stalin" costruiti tra il 1949 e il 1953.

Posizione MSU Tower Cam

Il panorama non è spettacolare come a New York, l’area inquadrata è relativamente piccola, comprende il più grande stadio della Russia, il "Lujniki" da 100.000 posti (è quello in primo piano nella foto qui sopra) e una sezione della parte Nord-Est di Mosca (qui la cartina), però la qualità della visualizzazione è buona e l’immagine viene aggiornata ogni due secondi circa. Anche qui il programma di puntamento permette di spostarsi e zoomare.

Visto che però non vorrei essere accusato di essere troppo esterofilo, segnalo che ci sono due webcam anche a Roma, posizionate sul Palazzo Senatorio del Campidoglio.
Io però non sono riuscito a farle funzionare, se volete provare voi…

Buona visione.

Annunci

57 thoughts on “La prima classe costa mille lire…

  1. Fantastica! Dico quella di N.Y., perché quella di Mosca mi dà “pagina non trovata”, e quella di Roma non si vede proprio. Ma la prima è sensazionale. Che naso, questo gatto!

  2. bhuuuu… che triste… volevo vedere mosca… arg! ora finke nn lo scopro che cosa dovevamo notare puntando tutto a sinistra rimango con la curiosità!
    cmq mio padre m ha regalato la webcam 2 giorni fa… ma dopo aver letto il tuo blog nn l’ho + montata… se qq1 riesce ad entrarci e vede camera mia potrei vincere il premio “persona + disordinata del secolo”

  3. La webcam di Mosca non so se è sempre accesa, però il sito dell’Università di Mosca (http://www.mnc.ru/) in questo momento non è raggiungibile, per cui sospetto che sia un loro problema di linea, per cui conviene riprovare, magari domani.
    Quella di Roma, in verità, non l’ho mai vista in funzione finora…

    bucciadimela, certo che è fantastica, io cerco sempre il meglio per voi, e per te specialmente che sei esigente, lo so, eh eh eh…

    chiadu, riprova più tardi; la webcam la puoi mettere tranquillamente, mica è semplice attivarla a tua insaputa, e poi ci vuole un programma che ritrasmetta l’immagine. Infine, puoi sempre mettere un tappo all’obiettivo….

  4. o più semplicemente potrei mettere a posto la camera! ahahaha!
    cmq ho imparato a nn fidarmi mai di questi apparecchi… sono stata x 5 anni con un hacker ke riusciva a usare il mio computer stando a 500km d distanza! nn è gradevole qnd d colpo vedi il tuo mouse che inizia a muoversi da solo, si apre word e da solo ci appare “ciao, come va?”… ehehehe!

  5. ps: poi ho capito il trucco… x farmi uno scherzo aveva installato VNC… un programma che permette di controllare in remoto i computer su cui è installato (ora l’ho levato!)

  6. t garantisco k era 1 hacker, nonostante cazzeggiasse col mio computer… e la polizia postale k gli ha smontato casa l’estate scorsa è d’accordo con questa mia definizione…

  7. Ci credo, ci credo, non c’è bisogno che mandi la Polizia Postale pure a me, eh eh eh…
    Comunque evidentemente non glie ne fregava nulla se il tuo PC si prendeva un virus.
    Colgo l’occasione per specificare che secondo il significato originale un hacker era colui che riusciva a risolvere un problema con una “scorciatoia” (il cosidetto “hack”); il tipico bersaglio della Polizia Postale è invece il “cracker”, cioè colui che si intrufola nei sistemi scassinandone (“crack”) le difese.
    Quindi il tuo ex era pure un cracker… Che effetto ti fa sapere che eri fidanzata con un prodotto da forno?

  8. …bhè dunque…non mi sembra il caso di fare così…tanto più che l’ho sgamato…gliel’ho detto…e la cosa è finita due settimane fa…

  9. non c’entra niente con il tuo post…volevo solo dirti che oggi ho comprato e già finito di leggere: Le parole che non ti ho detto…non è bello,è più che bello,è stupendo…volevo ringraziarti per averlmelo fatto conoscere 🙂

  10. ladritta, in effetti rileggendo mi accorgo che non ho citato De Gregori, ma il ritornello di Titanic mi sembrava fosse inconfondibile, in fondo era un tormentone… Ora, facendo mente locale, mi viene in mente che era un tormentone, si, ma VENTI ANNI FA…. Miiiiiiii come passa il tempo, certo non è detto che tutti se la ricordino, eh eh eh…
    Colgo l’occasione per ribadire ufficialmente:
    i versi sono tratti dalla canzone Titanic, De Gregori, 1982…


    La prima classe costa mille lire,
    la seconda cento, la terza dolore e spavento.
    E puzza di sudore dal boccaporto
    e odore di mare morto.
    Sior Capitano mi stia a sentire,
    ho belle e pronte le mille lire,
    in prima classe voglio viaggiare
    su questo splendido mare.

    Ci sta mia figlia che ha quindici anni ed a Parigi ha comprato un cappello,
    se ci invitasse al suo tavolo a cena come sarebbe bello.
    E con l’orchestra che ci accompagna con questi nuovi ritmi americani,
    saluteremo la Gran Bretagna col bicchiere tra le mani
    e con il ghiaccio dentro al bicchiere faremo un brindisi tintinnante
    a questo viaggio davvero mondiale, a questa luna gigante.

    Ma chi l’ha detto che in terza classe,
    che in terza classe si viaggia male,
    questa cuccetta sembra un letto a due piazze,
    ci si sta meglio che in ospedale.
    A noi cafoni ci hanno sempre chiamato
    ma qui ci trattano da signori,
    che quando piove si può star dentro
    ma col bel tempo veniamo fuori.

    Su questo mare nero come il petrolio ad ammirare questa luna metallo
    e quando suonano le sirene ci sembra quasi che canti il gallo.
    Ci sembra quasi che il ghiaccio che abbiamo nel cuore piano piano
    si vada a squagliare in mezzo al fumo di questo vapore di questa vacanza in alto mare.
    E gira gira gira gira l’elica e gira gira che piove e nevica,
    per noi ragazzi di terza classe che per non morire si va in America.

    E il marconista sulla sua torre,
    le lunghe dita celesti nell’aria,
    riceveva messaggi d’auguri
    per questa crociera straordinaria.
    E trasmetteva saluti e speranze
    in quasi tutte le lingue del mondo,
    comunicava tra Vienna e Chicago
    in poco meno di un secondo.

    E la ragazza di prima classe, innamorata del proprio cappello,
    quando la sera lo vide ballare lo trovò subito molto bello.
    Forse per via di quegli occhi di ghiaccio così difficili da evitare,
    pensò “Magari con un pò di coraggio, prima dell’arrivo mi farò baciare”.
    E com’è bella la vita stasera, tra l’amore che tira e un padre che predica,
    per noi ragazze di terza classe che per non sposarci si va in America,
    per noi ragazze di terza classe che per non sposarci si va in America.

  11. Ma daiiiii ma scusaaaaa ma con quella di New York(è anche l’unica che riesco a visualizzare)ho quasi spiato dentro un appartamento usando lo zoom…..
    Ma ci rimango maleeeeeeeeee
    Ma veramente?????
    Ma ci spiano così…..???
    Ora al primo accenno di tramonto,giù con le tapparelle….
    Ma daiiiiiiiiiiiiiiii
    Ma non si fa cosìììììììììììììììììììì

  12. liarit, è una par condicio classica, secondo me non risente del tempo in fondo….

    thegatta, immagino che parli del Milan, eh eh eh…

    lallodola, sono ottime per il birdwatching, io mi preoccuperei fossi in te, 🙂
    Comunque ora il sito principale http://www.msu.ru/ si vede, credo che ‘sta webcam la accendano solo nei giorni lavorativi, starà in qualche aula di informatica…

  13. NY non mi piace e non ci ternero’ mai piu’… quella non e’ vita…… ma follia fatta citta’….. MOSCA …e’ gelida non per il freddo ………
    preferisco altri lidi ed altri TETTI …caro Gatto….ti consiglio di seguire me per tetti….Un abbraccio

  14. Io non sono riucita a far funzionare niente come al solito…. sgrunt!!!!!
    Vabbè, datto silver, vorrà dire che ci troveremo a mangiare cioccolata e bere vino con l’ allodola da acqua e sale 😉

    Buona giornata,Mutty

  15. weee!!! buongiorno… scusi signora “altare” ma il vino e il cioccolato devo metterlo io? non me garba ‘sta storia! (tornerò con calma a scuriosare con le web cam)

  16. blueviola, infatti me ne sta a casetta, eh eh eh….

    gattarandagia, che fai sveglia a quell’ora di mattina? E’ FESTA! SI DORME!
    Mi avranno preso con una webcam…

  17. la nostra nuova capa ha detto che farà montare una webcam su ogni pc del team , così facciamo le videoconferenze tramite web… è una pazza!!! non sa cosa questo potrà scatenare!!! ahahahahha

  18. HoocH, meraviglioso! Così potremo fare la videoconferenza, eh eh eh…

    lallodola, immagino ti riferisca al fazzoletto… Ma non ti ci eri soffiata il naso, spero…

    v41eri4, indirizzo, please…

    gattarandagia, ma io sono un gatto educato; e non tocco niente…

    Pralina, lappo? el kan? forse volevi dire sniffo?

    AcquaSale, quando il gatto c’è, altro che sorci verdi, eh eh eh…

    ClofeTheDoor, non capifco che cofa vuoi dire….

    arte82misia, le ho viste, ma non è che tutti i giorni va giù un palazzo, eh?

  19. uau. quella dell’empire state è da togliere il fiato soprattutto a chi, come me, soffre di vertigini.. 😉
    ot: cmq, si, è madonna! 🙂

  20. elesole, boh?
    che browser usi?
    java è abilitato?
    come sono settate le impostazioni di protezione di windows?
    quanto porti di scarpe?
    di che segno sei?
    il tuo numero di conto corrente bancario?

  21. Riesci sempre a trovare delle chicche per i tuoi post, i miei complimenti! Ho provato anche io, ovviamente qui in Italia non funziona niente! Ufff….

  22. ‘sta storia delle webcam e’ troppo divertente…mi ricordo ancora un sabato pomeriggio a guardare in webcam un mio amico che stava a Vicenza e dalla piazza mi salutava…come due scemi perfetti….

  23. Ho trovato più interessante la veduta di Mosca… c’era un gruppo di persone che stava facendo della ginnastica nel pezzetto di giardino che si intravede sotto l’edificio.
    Che bellini, vanno tutti a tempo! *_*

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...