Lavoro di Concetto/2

Nel mio nuovo ufficio fa bella mostra di sè, ereditato da generazioni di colleghi, un illuminante simbolo del Lavoro di Concetto e di come esso si sia evoluto nel tempo: l’attaccapanni.


Attaccapanni


Un normalissimo attaccapanni a due grucce da muro, di metallo pesante come usava una volta, decorato come un generale sovietico…
Decorato?
Ebbene si, così sembrerebbe; ma quelle che da lontano potrebbero sembrare numerose onoreficenze appuntate sull’austero oggetto in tinta verde militare si rivelano, ad un esame ravvicinato, altrettante etichette recanti i numeri di inventario attribuiti all’oggetto, di volta in volta, da schiere di lavoratori di Concetto intenti a contare, classificare ed etichettare tutti gli oggetti presenti negli uffici.
Vediamo più in dettaglio i risultati di tale indefessa ancorchè pluridecennale attività:


Legenda


  • Inventario del 1926: etichetta di alluminio con numero inciso, grappettata ad uno dei bracci, recante il numero 12803;
  • inventario del 1950: etichetta di carta colorata, incollata, con numero scritto a penna, recante il numero 12803;
  • inventario del 1971: etichetta ovale di metallo dorato, con numero inciso, recante il numero 1415;
  • inventario del 1983: etichetta di metallo argentato, serigrafata e con numero inciso, recante il codice A e il numero 0285;
  • inventario del 1989: etichetta autoadesiva plastificata verde, prestampata, recante il numero 06964;
  • inventario del 1998: etichetta autoadesiva plastificata argentata, prestampata e munita di codice a barre, recante il numero 36094.
Insomma un normalissimo attaccapanni, grazie agli inventari, ha dato lavoro a Concetto, e a chi per lui, dal 1926 ad oggi; più di 80 anni di inventari che avranno mosso ingenti quantità di carte e comportato innumerevoli sopralluoghi e ricognizioni, seguite da febbrili attività di controllo e confronto con gli inventari precedenti, giustificando così lo stipendio di una piccola legione di impiegati e addetti.
E’ il caso, direi, di omaggiare l’attaccapanni con le famose parole di Winston Churchill: Mai così tanti dovettero così tanto a così pochi
Annunci

27 thoughts on “Lavoro di Concetto/2

  1. L’accurata descrizione ricorda un po’ lo stile dei film di Fantozzi 🙂 Hai presente lo sciaguratissimo “ufficio sinistri”? Grandioso! :-)))

    Ciao 🙂

  2. Un attaccapanni del ’26? io lo venderei ad un mercatino dell’antiquariato. E poi è mai possibile che dal 26 al 50 nessuno abbia fatto l’inventario?

  3. profondoblog, non è delle Poste, credo sia un attaccapanni ministeriale standard, magari ce ne sono ancora pure nelle vecchie sedi delle poste…

    gattarandagia, troppo buona… 🙂

    HappyCure, Fantozzi è solo una pallida imitazione della realtà.

    Apophillite, la bellezza è soggettiva, la “cosa” è oggettiva. Non ho idea di cosa significhi tutto ciò, ma la frase mi sembrava abbastanza d’effetto…

    robynson, te c’hanno mai inventariato a quel paese dei Bruzzi dove abbiti?

    fastidiosetta, ci ho provato ma niente… 😦

    HOLLYSTELLA, che è la “malga”? 😮

    viola21, le cose di una volta sì che le facevano per durare…

    prospettyvadime, in effetti con quei volanti potrebbe figurare bene sul pannello di controllo della astronave di Flash Gordon.

    AnGeloNero8791, essendo proprietà pubblica se lo metto all’asta mi dovrebbero dare tra i sei mesi e i due anni, dipende se lo considerano furto o peculato…

    Aluc, pure ombrelli, ce ne ho attaccato uno adesso adesso…

    IlGuizzo, in effetti su altri armadi ho visto un bollino del 1967, magari qui si è scollato.

    TinaRisponde, l’avranno inventariato sicuramente, mica stiamo a pettinare bambole qui!

    MammaTopa, EndiUàrol ci fa un baffo ai Disaigner industriali italiani!

    robynson, ti spiezzo in due… 😛

  4. Per me è la foggia dell’attaccapanni a stimolare siffatto ingegno…
    Con quegli occhi e quelle corna… evidentemente è ispirato al minotauro!

  5. Churchill disse anche questa però:
    “I cani ti guardano dal basso verso l’alto. Ma i gatti invece dall’alto al basso.”
    Quest’attaccapanni non è la dimostrazione del lungo e costante potere dei gatti statali??? ^_^

  6. 1) ma tu a lavoro non hai proprio niente da fare?!!!!

    2) sembra strano che non sia stato sostituito in tutti questi anni(troppe “s”!!)! Questa è l’italia che risparmia per indirizzare i soldi a spese più importanti tipo: il milione di macchine “blu” o i cellulari dei parlamentari ecc. ecc……certe cose non si possono trascurare!!!!!

  7. …a parte il costo dell’inventariamento che ha ampiamente superato il costo di produzione dell’oggetto…e premesso che non sono pratico, ma nessun inventariatore (ista) è venuto in mente di staccare le etichette degli inventari precedenti?

  8. Ci ho lavorato tutta la notte…[..] Non me ne vogliano gli esclusi, ma i miei blog preferiti sono tutti lì nei link a destra… Mi ha invitata Cristina, ma io aderisco con variante. La variante, vista in giro, è quella di linkare anche il post preferito di quel blog, quello [..]

  9. Graphic report relative at writings presents on verso of one work of art execute by Dutch painter MC ESCHER – NESSIE the Monster of Loch Ness ( Scotland ).- Unpublished Painting to dated 18.1.1949 M.C.ESCHER (1898-1972 ) Holland.-

    DOTT. ANNA PETRECCHIA

    GRAPHIC EXPERT

    MASTER IN CRIME-LAW COURT SCIENCE

    Viale Gorizia ,14- 00198 R O M E (ITALY)

    GRAPHIC CONSULTANCY

    I N D E X

    Job pag. 3

    Introduction pag. 4

    Instrumental test pag. 9

    Check of Writings pag. 11

    Presentation comparative writing pag. 15

    Inspection comparative writing pag. 16

    Comparisons pag. 22

    Conclusions pag. 49

    Verifications pag. 50

    JOB pag. 3

    The Prof. Dott. Anna Petrecchia, graphic expert
    Member’s Register of Court of Rome (Italy), is delegated by
    Part to examine the writing present on back of one picture,
    to confirm if the picture is created by M.C.Escher.

    INTRODUCTION

    …….The writings to check are constituded by signatures,
    cursive writings and numerals……….

    INSTRUMENTAL TEST

    The paper to check is examined with ultraviolet fluorescence
    with stereoscopic microscope, at direct and graze light.

    RESUITS
    The correspondences, numerouses, located
    at all the levels of the graphomotricity’s writings
    compared, and in absence of significant disequalitys,
    allow to express a opinion of AUTHENTIC’S
    writings examinated.

    ROME (Italy), 04-08-06

    The Consultant of Part

    Dott.ssa Anna Petrecchia

    LAW COURT OF ROME (Italy)
    Universally Act-Expert Report’s and Interpretations Office
    COURT RECORD OF OATH
    Addi 04-08-06 n. chronologic 9171

    CHANCERY’S DIRECTOR
    Ordinary Law Court of Rome (Italy)

    NESSIE the Monster Of Loch Ness that appears from under the water of the lake With the sound of a flute, played by a black man without a face.

    Video Nessie Unpublished Painting MC ESCHER date 18.1.1949

    http://it.youtube.com/watch

    http://it.youtube.com/watch

    http://it.youtube.com/results

    http://search.ebay.com/search/search.dll

    http://search.ebay.co.uk/search/search.dll

    http://search.ebay.it/search/search.dll

    http://www.fimservice.it/pdf/pol-lugAgSet07.p
    http://www.ladysilvia.it/magaView/news/7662/c
    http://www.irpinianews.it/DaiComuni/news/

    http://telegolfonews.blogspot.com/2007/07/n-e
    http://www.fimservice.it/pdf/pol_dic06.pdf
    http://www.fimservice.it/pdf/pol_gen07.pdf
    http://www.napoli.com/stamparticolo.php
    http://www.fimservice.it/pdf/pol_marz07.pdf

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...