La sicurezza a puttane

Sì al piano sicurezza: wi-fi libero e stretta sulla prostituzione in strada

Roma – Il Governo approva le norme del nuovo Pacchetto Sicurezza.
In risalto i due provvedimenti più importanti: la liberalizzazione dell'accesso alle reti senza fili pubbliche o private ed un nuovo impulso alla lotta contro la prostituzione: sarà ora possibile connettersi alle reti wireless gratuite, rese disponibili da privati o istituzioni, senza più l'obbligo di registrazione; sono state inoltre rese più pesanti le sanzioni contro le prostitute ed i loro clienti.
Ovviamente escludendo le aree limitrofe a Palazzo Grazioli e a tutte le residenze del Presidente del Consiglio.
Tutti gli italiani rimasti fuori da tali aree -non molti, a quanto pare- potranno sempre farsi le seghe sui siti porno navigando, in maniera anonima e senza necessità di registrazione, sulle connessioni wi-fi gratuite messe a disposizione da privati o istituzioni.

Annunci

10 thoughts on “La sicurezza a puttane

  1. lotta alle mignotte proletarie e vai con le scorte di lusso ! le scorte di lusso ,munite del numero  privato del presidente  e che vantano parentele con mubarack (che fantasia il nostro ! eh?)

  2. mi preoccupano di piu' le mignotte comuni che la danno gratis che oltre ad essere mignotte dimostrano anche d'esser stupide

  3. cizou, le leggi valgono solo fuori dal raggio di 500 metri dalle residenze di Silvio che, come tutti sanno, non è imputabile per legge, e probabilmente è infallibile e vergine per dogma (o almeno così sostiene mons. Fisichella)

    lacasadipizzicchina, youporn è roba del passato!

    gattarandagia, non c'era più spazio nei tag, ho dovuto eliminare qualcuno…

    utente anonimo  con IP b6e64c282590a78, pensa che addirittura ci sono anche quelli che chiedono loro i soldi per farsela dare, roba che i carabinieri quando l'hanno preso si son fatti un sacco di risate!

  4. Un consiglio comunale italiano, per arginare la prostituzione che proliferava in questo posto,  a ridosso di un bosco, ha deciso di disboscare l'area.

  5. pitunpi, dev'essere una frenesia disboscativa diffusa: pensa che una ******* che abitava all'Alberone, e che si era presentata alle elezioni comunali per Forza Italia, aveva nel programma (unico punto, per la verità) l'abbattimento dell'Alberone che dà il nome al quartiere, perché la notte gli spacciatori si mettevano lì sotto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...